Cascata dei Capelli di Venere

Cascata dei Capelli di Venere

Vuoi vivere qualche ora in un meraviglioso paesaggio naturale di una bellezza mozzafiato? Devi andare a vedere le cascate di Casaletto Spartano dove il rio Bussettino crea splendidi e caratteristici giochi d’acqua e luce.

Innanzitutto ecco dove si trova questa piccola località, composta da circa mille abitanti. Siamo nel comune di Casaletto Spartano in provincia di Salerno, esattamente nell’entroterra del famoso golfo di Policastro. Il Cilento è terra rinomata per i suoi incantevoli angoli di mare ma anche per la sua natura montana incontaminata.

Casaletto spartano cascate

Proprio un luogo magico è la cascata dei Capelli di Venere creata insieme a molte altre dal rio Bussettino che si può raggiungere dall’area attrezzata denominata “Area Capello” a circa un km dal paese di Casaletto, creata appositamente per dare inizio alla visita della cascata più famosa.

La cascata prende il suo nome dalla pianta capelvenere, un tipo di felce molto diffusa in tutta la zona. E’ certamente l’attrazione più nota anche se in tutto il territorio esistono molteplici punti di interesse dal punto di vista naturalistico e storico.

Dall’oasi Area Capello, punto di partenza per raggiungere la cascata, si percorrono delle passerelle in legno in mezzo ad una vegetazione rigogliosa lungo il rio e si incontrano diverse piccole cascate prima di arrivare nei pressi dei Capelli di Venere, posto fiabesco dove la temperatura, anche in estate, è molto fresca grazie allo speciale microclima. Vicino al torrente è possibile osservare un vecchio mulino oggi restaurato, un tempo testimone della vita contadina e del suo sostentamento. Lungo il percorso si può vedere anche un vecchio ponte normanno e volendo, attraverso due vecchi sentieri, si può costeggiare il rio che in passato metteva in collegamento Casaletto Spartano con gli abitati montani alle sue spalle.

La cascata dei Capelli di Venere e le altre che si formano sulle acque del rio creano delle piccole vasche naturali nelle quali è possibile fare il bagno: attenzione però che l’acqua qui è molto fredda, anche in estate la temperatura non supera mai gli 8 gradi.

In ogni caso il silenzio assoluto interrotto soltanto dal suono dell’acqua rende questo posto unico ed è piacevole camminare tra le rocce e i muschi immaginando così di essere a migliaia di km dalla civiltà.

Tornare al punto di partenza ci riporta nel mondo e qui si trova l’area attrezzata in cui è possibile fare una sosta per un panino o fermarsi per un barbecue prima di ripartire.

Foto copertina by Di Pivari.comOpera propria, CC BY-SA 4.0, Collegamento.